Luna piena in Gemelli 30 Novembre 2020 ed Eclissi Lunare – Sei pronto a diventare il Super magnete miracoloso che sei?


Viviamo Tempi epici… Tempi che richiamano la nostra piena attenzione, partecipazione e consapevolezza.

Con l’avvicinarsi dell’eclissi lunare della luna piena di questo mese, le energie stanno lavorando per portare qualcosa di nuovo e senza precedenti a noi e al nostro mondo. Le trasformazioni e i cambiamenti individuali che stanno avvenendo alimentano il fuoco della nostra trasmutazione globale che ci ispirerà ad andare oltre ciò che era noto prima cambiando così il modo in cui vediamo noi stessi e la nostra realtà.

Ci attende Una luna piena in Gemelli, questo evento astrale avrà luogo il 30 novembre 2020, in opposizione al Sole in Sagittario. Questa eclissi richiede discernimento.

Sfrutta questa energia per concentrarti sulle idee che vuoi far fiorire e diffondere i messaggi che più desideri trasmettere.  Il potere di questo giorno e gli eventi che lo circondano sono formativi. Nelle prossime due settimane, Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci saranno ovviamente più tesi e stanchi degli altri segni.

Possiamo tutti contribuire al processo impegnandoci. Le eclissi segnalano veri e propri cambiamenti vibratori, poiché sono lì per far morire ciò che non serve più.

Segnano e amplificano i periodi dell’anno a cui dobbiamo prestare maggiormente ascolto. Causano agitazione e hanno un impatto un po’caotico, ma per una buona ragione, perchè rivelano le nostre ombre personali e collettive.

È uno stimolo energetico per ripulire la nostra visione in maniera più nitida, più chiara, affinchè la nostra coscienza si risvegli a ciò che È.

Ad ogni passaggio morte/rinascita, ci è data l’opportunità di rimuovere un ulteriore velo che oscura la nostra percezione consentendo di sondare in profondità, di trascendere vecchi modi di comunicare o relazionarsi ed IL RICORDO DEL NOSTRO CAMMINO.

Perché tutto si ripete? la nostra struttura non fa altro che dimenticare, ed inconsciamente tutto si ripropone o si blocca in stagnazione.

Perché l’Universo ci sottopone sempre ad un nuovo traguardo da affrontare tramite cambiamenti o avversità?

Dipende innanzitutto se abbiamo occhi per vedere, trarne problematiche insormontabili o condizioni possibili da cogliere per ingegnare il nostro vero potenziale?

La vita è ciclica e queste spinte energetiche ci aiutano a crescere, a ricordare, e a lavorare su di noi.

Quindi, a volte potrai sentire che “il tempo si sta esaurendo”, ma è un’illusione, piuttosto poniti una domanda più ampia: Stai veramente facendo ciò per cui sei venuto/a in questa vita?

Se fossimo già perfetti, se avessimo capito tutto o se fossimo arrivati alla meta, non saremmo di certo qui. Le crisi Esteriori sensibilizzano la nostra attenzione e riflettono i nostri conflitti interiori.

Più integriamo tutte le parti di noi stessi in modo salubre, con tutti i conflitti interni che questo possa comportare , più saremo centrati e connessi allo scopo della nostra vita.

Spesso , una perdita o una difficoltà comprende una nuova fase, un nuovo inizio e la vita ci conduce ad una differente direzione , quando veniamo chiamati al cambiamento per entrare nella nostra autenticità e sperimentiamo qualche tipo di iniziazione o “prova di fuoco”. Ci sono dei “dragoni” interiori nonchè esteriori con cui bisogna combattere per intraprendere un nuovo orientamento di apertura.

È il processo in sè la nostra ricompensa e danzare con esso riconoscendo tutte le parti di noi amandole.

Andiamo sempre a complicarci l’esistenza con azioni o Inazioni tradotte da pensieri non limpidi.

La vera nobiltà sta nel ritrovare la semplicità ed alleggerirci di pesi inutili non più congeniali a noi.

La Mente è preziosissima ma dev’essere al servizio del Cuore.

 

L’importanza di sbarazzarsi dei blocchi psicologici

Durante questa luna piena, tutte queste apprensioni sono dovute a blocchi psicologici inconsci . 

Questi includono tutti i pensieri e le emozioni che  alterano la nostra capacità di credere in noi, di agire e di superare noi stessi . Spesso provengono dalla prima infanzia o da vecchie vite e danno forma a credenze negative. Durante questa luna piena, puoi sfruttare l’energia celeste per cambiare questi pensieri riducenti. 

1. Chiediti di identificare questi pensieri sepolti in te . L’introspezione personale è necessaria per concentrarsi su queste convinzioni e sulla loro origine.

2. Impara a conoscere l’arte “dell’autoipnosi” . Questo metodo consiste nel ripetere frasi che controbilanciano le nostre convinzioni limitanti. 

In Realtà tutto è energia, e possiamo controllare senza castigo o giudizio il potere dei nostri pensieri.

3. Armati di fonti di ispirazione. Cerca uno Scopo! Per credere in te stesso e aumentare la tua motivazione giorno dopo giorno.

4. Visualizza i risultati desiderati . La visualizzazione ti consente di osservare il tuo successo e attingere alle tue risorse interne per raggiungere i tuoi obiettivi.

5. Agite . Per raggiungere i tuoi obiettivi, è spesso necessario uscire dalla tua zona di comfort e avere il coraggio di affrontare le tue paure.

“La fiaba buddista sulla calma mentale”

Buddha e i suoi discepoli decisero di intraprendere un viaggio durante il quale avrebbero attraversato vari territori e città. Un giorno, quando il sole brillava in tutto il suo splendore, videro un lago molto lontano e decisero di fermarsi per dissetarsi. Poi, Buddha si rivolse al suo discepolo più giovane e più impaziente, dicendogli:

“Ho sete. Puoi portarmi dell’acqua da quel lago?”. Il discepolo camminò fino al lago, ma quando vi arrivò notò che un carro trainato da buoi era appena passato e l’acqua, piano piano, divenne torbida. Alla luce di questa nuova situazione, il discepolo pensò: “Non posso dare da bere al maestro quest’acqua fangosa”. Così tornò e disse a Buddha: “L’acqua è molto fangosa. Non penso che sia giusto berla”.

Dopo circa mezz’ora, Buddha chiese di nuovo al discepolo di andare al lago e portargli dell’acqua da bere. Il discepolo, diligentemente, acconsentì. Ma l’acqua era ancora sporca. Tornò e con un tono deciso informò il Buddha della situazione: “L’acqua del lago è francamente imbevibile, faremmo meglio a raggiungere la città più vicina e chiedere agli abitanti che ci diano da bere”.

Buddha non gli rispose e il discepolo rimase sul posto, immobile, senza dire nulla. Com’era da aspettarsi, poco dopo il maestro chiese nuovamente al discepolo di recarsi, per la terza volta, al lago. 

Non volendo contraddire il Buddha, il giovane si incamminò nuovamente. In cuor suo, però, era furioso perché non riusciva a comprendere l’insistenza di un uomo così saggio.

Incredibilmente, giunto sulla riva, il discepolo vide che l’acqua era perfettamente trasparente, cristallina. Quindi, riempì le borracce di pelle e portò da bere al suo maestro e a tutti gli altri compagni della carovana.

Una volta al cospetto di Buddha, questi gli domandò: “Che cosa hai fatto per pulire l’acqua?”. Il discepolo non capì però la domanda, dato che ovviamente non aveva fatto nulla e non aveva alcun merito in quel cambiamento. Allora il maestro lo guardò e spiegò:

“Hai aspettato. In questo modo, il fango si è depositato da solo e ora possiamo bere dell’acqua pulita Ebbene, anche la tua mente funziona allo stesso modo. Quando è disturbata, devi solo lasciarla stare. Dalle soltanto un po’ di tempo e non essere impaziente. Al contrario, sii paziente. Troverai l’equilibrio da solo. Non dovrai fare nessuno sforzo per calmarla”.

Noi siamo quella parte più alta, la Scintilla divina in noi.

Allora tutte le porte delle prigioni si apriranno per espandere la vera libertà, il lungo travaglio nel graduale progresso, sarà servito per giungere ad una coscienza cosmica più vasta , alla luce divina che non conosce confini nè limitazione.

Per primo, è necessario convincersi che nessuno stimolo esterno sarebbe valido se non trovasse terreno fertile e propizio dentro di noi. Proprio come i germi delle malattie fisiche. La prova di ciò sta nel fatto che, di fronte allo stesso avvenimento, le reazioni sono tante e diverse per quanti sono gli uomini.

Se dentro di noi fosse tutto armonia in un equilibrio superiore, saremmo osservatori sereni del mondo, senza turbamento.

La partecipazione alla vita avverrebbe in maniera sana, amorevole e fluida.

Rendi il tuo cammino cosciente e diverrà più celere e leggero.

Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso. Appunti dell’anima@

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...