Mantra del “Buddha Della GUARIGIONE” & Mantra della RABBIA

I Mantra sono frasi o sillabe sacre alle quali attribuiamo un forte potere spirituale e molte virtù terapeutiche.

Questi suoni incantatori ci sono giunti attraverso tradizioni orali – buddismo, cultura celtica, sciamanesimo, cristianesimo, esoterismo, cabala ebraica, kototama, reiki, yoga, Zen – in cui esistono in più forme e ci permettono di connetterci con le forze divine attraverso la loro incredibile forza vibratoria.

Il mantra, devi leggerlo, ripeterlo mentalmente, cantarlo, per far funzionare la sua magia curativa, per il suo potere risonante che agisce su di te e su tutti i livelli.

 È una meditazione che richiede poche parole, una piccola musica della vita nella testa, che viene costantemente rinnovata e fa parte del tuo funzionamento fisiologico e inconscio.

Il mantra è capace di molto di più, è una pila di energia che può essere ricaricata a piacimento, un “firmware” mentale in grado di influenzare le tue cellule e il tuo DNA.

Io consiglio sempre, in modo che sia più efficace, che nel farlo ci si metta in una condizione del “Sentire” piuttosto che la sola “ripetizione” . Calibrare la velocità con la quale ripetiamo in modo che sia dolce, gentile e Sentito.

Altrimenti l’inconscio non farebbe altro che registrare a “macchinetta” con il rischio di interpretare un comando poco amorevole, è indispensabile la gentilezza con cui lo facciamo, primo perchè ha più potenza e secondo è sufficiente un discreto numero di ripetizioni. (anche se è molto personale, ognuno sa dentro di se, la quantità della ripetizione)”

La parola Mantra in sanscrito significa letteralmente “proteggere” ( tra ) “lo spirito” ( uomo, manas ). Riduce il flusso continuo dei tuoi pensieri al silenzio per immergerti completamente nel tuo ascolto interiore. Causa una rottura, una rottura tra il mondo del significato e l’Assoluto.

 È un supporto sillàbico che agisce sulle forze presenti, un serbatoio inesauribile di fonèmi: cellule del linguaggio che si moltiplicano per la loro ripetizione negli spazi del sacro.

Tutto è vibrazione e tutto è mantra: sillabe che risuonano, che fanno circolare energie, che aprono altre possibilità.

 Il mantra è inseparabile dal loro Corpo assoluto. Incarna, volatilizza la musica cellulare ed espone la tua vera natura, libera dai veli dissonanti delle apparenze e dei fenomeni. 

È un manto di vibrazioni che ti avvolge e ti circonda con la sua melodia interna e definitiva.

È sufficiente entrare nella dinamica del “suono senza paura”, come descritto dai buddisti tibetani, in modo che divinizzi il tuo essere e lo proietti istantaneamente nella sua dimensione superiore. L’efficienza dei mantra per guarirti risiede nella loro straordinaria capacità di sintonizzarsi permanentemente sull’energia universale, per combattere la tua naturale inclinazione alla perdizione e alla decostruzione.

 Lascia intatta la pratica di un mantra, non a caso o per curiosità, ma portando la tua voce, il suo respiro, la sua aura, il suo karma che luciderà il diamante del mantra a tua misura e al tuo eccesso fino alla sua perfetta integrazione nel vero Sé, l’ Atman .

In questo momento, i mantra cantano e recitano instancabilmente i loro fonemi terapeutici. Possano essere per te una fonte inesauribile di felicità, la sensazione di essere intensamente vivi, uno stato di assoluta beatitudine che i maestri chiamano Sat Chit Ananda.

Buddha Della medicina (versione breve)

” Om Békadzé Békadzé Mahâ Békadzé Radza Sa Moung Gaté Soha “

Il mantra significa : Possano i molti esseri senzienti che sono malati, rapidamente essere liberati dalla malattia. E possano tutte le malattie degli esseri mai sorgere di nuovo.

Oppure :

Elimina la malattia.

Elimina la malattia.

Elimina la malattia nata dall’ignoranza

Il mantra di Sangyé Mènla, il Buddha medico, ha proprietà curative per i disturbi del corpo e dell’anima. Secondo la religione buddista, Sangyé Mènla è l’ispirazione per i grandi testi della medicina tibetana: quattro Tantra che elencano milleseicento malattie. In effetti, il Buddha della medicina prende nomi diversi (Bhaishajyaguru per esempio) e vari aspetti: a volte tiene nel palmo un frutto dalle proprietà curative – o persino una ciotola di elemosina contenente tre nettari.

Nel Tantra del Cuore di Ambrosian, si dice che per portare i benefici della guarigione a tutte le creature viventi, ” il Supremo Terapista, re di luce Lapislazzuli è entrato nel suo assorbimento meditativo: raggi di luce multicolori sgorgavano dal suo cuore ai dieci orizzonti dello spazio, dissolvendo le contaminazioni mentali di tutti gli esseri animati e calmando le malattie nate dall’ignoranza. »
È nel libro del lapislazzuli (XVII secolo) che i principi e i rimedi di questa medicina sono ampiamente illustrati da ottomila piatti e cisterne che inventano in particolare le piante medicinali.

– Visualizza il Maestro dei rimedi che tiene nella mano sinistra un vaso di ferro contenente la pianta medicinale Arura e nella mano destra una radice di questa stessa pianta.
– Lasciati assorbire dal corpo di luce di Sangyé Mènla, dalle vibrazioni del suo colore blu simile a quello del lapislazzuli, al fine di purificare e armonizzare qualsiasi tipo di sofferenza per te o per una persona intorno a te.
– Mentre il mantra si fonde in te, raccogli tutte le tue sofferenze nel Békadzé bîjas e cerca di eliminare le vere cause della malattia recitandola il più possibile fino a quando non diventa parte del tuo polso e del tuo respiro.

IL Mantra della Rabbia

Rabbia: ”  Insegna solo amore, perché è ciò che sei”

La rabbia non è un problema in sé. Devi saperla assumere, incanalare il suo carattere proiettivo e spontaneo per rivelarti a te stesso. È una reazione impulsiva che si stabilisce tra te e te, e non dovrebbe mai essere considerata un’arma o utilizzata a fini di vendetta. 

Non c’è motivo che le tue proiezioni mentali possano ferire chiunque, anche se hai le migliori ragioni al mondo per farlo.

 Niente giustifica l’ingiustificabile.

Osservando la rabbia, facendo lo sforzo di interrompere il processo, guardi il tuo Ego lottare con fenomeni illusori che si è creato da sè. Non sei né tradito, né minacciato, né attaccato da nessuno, ma è il tuo ego che, alterando la tua percezione dell’altro, interrompe il legame d’amore che ti unisce dentro di te e all’altro.

L’ego è insaziabile e tende a gestire tutte le armi della rabbia aumentando il livello di disagio mentale. Un sovraccarico di ego ci porta completamente fuori dal nostro centro.

L’atteggiamento giusto nei confronti della rabbia è in poche parole che proverai a ripetere mentalmente in uno stato di presenza :” Insegna solo l’amore, perché è ciò che sei. 

Tu sei la Parola d’Amore e hai la missione di trasmetterla dentro e fuori e condividerla con l’intera comunità umana.

 La Rabbia è spesso una chiamata, una voce silente che vuole invitarci a trasmutarla.

Padroneggiare la tua parola significa acquisire lo status di Maestro perché non c’è niente di più saggio di una parola padroneggiata.

Nel Dhammapada, uno dei più antichi testi buddisti, si dice: “Una sola parola che dà pace a coloro che la ascoltano ha più valore di mille parole vuote. Chi si padroneggia è un eroe molto più grande di uno che in una battaglia sconfigge centinaia di uomini. Sei tu il tuo padrone.

Cos’altro potrebbe essere? Con l’autocontrollo, completiamo un compito difficile e diventiamo un maestro incomparabile. “

Ispirato da Psyco. Ressources

Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso. Appunti dell’anima@

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...