Età Evolutive – Cicli Yuga & L’Era Dell’Acquario

tratto da Michel Mirabail

Ora , secondo la visione esoterica stiamo per entrare nell’era dell’Acquario in cui la spiritualità , l’Amore e il benessere torneranno ad essere una realtà condivisa da tutti.

Alla”Fine dei tempi”, ovvero alla fine dell’Era dei Pesci e del Kali Yuga, succede che prende il sopravvento la parte Maschile, in quanto è quella più incline alla violenza e alla forza fisica.

In realtà la parte maschile non va ora intesa come la parte “cattiva”, in quanto c’è bisogno della forza anche per difendersi dal lato oscuro dell’uomo. La parte Maschile in quest’Era è preposta a difendere il clan, la famiglia, i più deboli.

Necessità che si verifica nei momenti di caduta della Coscienza, cioè nella fase dell’addormentamento, che è quella in cui ci troviamo più lontani dal centro della Galassia. Nella fase di avvicinamento, prende il sopravvento la parte femminile, che è quella che più porta all’Amore e alla Compassione e appunto la sua manifestazione è con L’Era dell’Acquario.

Quella femminile è, secondo questa visione, l’energia che prenderà il comando della nave nei prossimi 12.960 anni.

Noi ci troviamo nell’ultima fase dell’Età del ferro e in quest’ultima fase , avviene l’influenza energetica del ciclo successivo , per questo abbiamo la possibilità di creare il nuovo paradigma del nuovo livello di Coscienza.

Ma per comprendere meglio l’età in cui ci troviamo, è opportuno fare un passo indietro.

Età Astrologiche e Yuga

Un “Orologio Cosmico”ci consente di comprendere come la Terra ruoti attorno al sole e come il sole si sposti all’interno delle costellazioni, ovvero i segni zodiacali.

Tutto nell’Universo è ciclico e funziona con una precisione straordinaria, è da lì possiamo comprendere che esiste un “Ordine precostituito” che attraverso le sue leggi “immutabili” stabilisce la successione degli eventi. I dodici segni zodiacali determinano particolari Ere dell’Evoluzione dell’umanità.

Cosa sono i Cicli?

I Cicli sono le categorie dell’Ermeneutica Storia, ovvero nel pensiero contemporaneo, la concezione filosofica della Storia, che identifica con una continua interpretazione non soltanto dei testi, ma anche dell’intera esistenza umana.

Qualsiasi evento , in qualsiasi Epoca, si iscrive in una categoria più grande, un sistema, una legge che è subordinata alla finalità ultima della Creazione.

Nel metodo scientifico la presenza costante di una reazione di fronte a un’azione porta a formulare conseguentemente una legge che sintetizza l’esperienza e consente così di giungere attraverso il metodo induttivo/deduttivo a risparmiare esperienze ripetitive e inutili.

I Cicli sono gli strumenti utilizzati dal pensiero esoterico per decifrare il senso della sua posizione rispetto al “tempo”. La divisione “esoterica” più corretta della storia è quella che attribuisce al cammino dell’umanità quattro Ere o Yuga .

Così dall’India alla civiltà Greco-Romana, si sussegue l’Insegnamento Tradizionale dell’esistenza di un passato diviso in quattro Età:

° Età DEll’Oro (Krita Yuga)

° Età dell’Argento ( Treta Yuga)

° Età del Bronzo (Dwapara Yuga)

° Età del Ferro ( Kali Yuga) In cui ci troviamo ora.

1- L’Età dell’Oro può essere intesa come l’era in cui gli uomini vivono in condizioni “Paradisiache”. Analizzando e comparando i testi dei maggiori pensatori e filosofi dell’antichità, nonchè gli scritti indù, ci accorgiamo che vi è una corresponsione tra la prima Età (in cui regnava verità e Giustizia simboleggiata da un toro saldo sulle quattro zampe) e un regno dell’eterna Primavera, l’eterna giovinezza. In questo tempo, la caratteristica è l’austerità, i valori morali sono saldi, appannaggio di una razza detta “iperborea”, che si sarebbe sviluppata nella Lemuria.

2- L’Età dell’Argento è quella in cui l’umanità si allontana da Dio e inizia la decadenza. Nel Treta Yuga compare la razza d’argento, un metallo meno nobile rispetto all’oro e pertanto già più corruttibile e di meno “valore” ; di solito s’identifica con gli Atlantidei, che iniziano a perdere la misura, così come simbolicamente il toro perde una delle sue zampe. Si dice che la statura di questa razza era superiore alla nostra attuale e che avrebbe originato sette ramificazioni o “sottorazze” . La razza Atlantidea emigrò da Atlantide e passò verso l’Asia, attraverso l’Europa e la caratteristica di questa età è la scienza divina. Progressivamente ci si allontana dal mondo ideale, si assiste perciò ad una Involuzione spirituale, con la comparsa progressiva della falsità, del ladrocinio, del crimine e la vita si accorcia.

3- L’Età del Bronzo si caratterizza per le offerte dei sacrifici e corrisponde alla razza Ariana, che nasce nel deserto del Gobi. Il toro ha perso un’altra zampa, il Pensiero che prevale sono le guerre e gli illeciti dovuti all’uso egocentrico e perverso dell’intelligenza la quale comunque riesce a sviluppare una cultura e a distinguersi per la creazione dei metalli e manufatti artistici.

4- L’Età del Ferro, l’attuale, è quella in cui la razza umana è dedita alla violenza, alla vendetta e si è staccata definitivamente dalla spiritualità. Il toro non ha più zampe, la bibbia colloca la comparsa dell’agricoltura e dei primi utensili all’epoca di Caino e Abele, che ci permette di stabilire un momento storico costituente la cerniera tra l’Età dell’Argento (pastorizia, civiltà, arti), l’Età del Bronzo ( Utensili di ferro e acciaio) e l’Età del Ferro (esperienza della Rottura e che spezzerà tutto ).

Ci sono due movimenti critici per il nostro pianeta . Il primo di questi movimenti è la precessione degli equinozi, mentre il secondo, che è stato scoperto in tempi recenti, è un’ oscillazione particolare .

Di recente gli astronomi si sono accorti che il nostro pianeta e il nostro sistema solare si muovono nell’universo in un moto a spirale molto particolare.

Tale particolarità ha portato a fare delle misurazioni con altri pianeti e stelle, da parte di astronomi, al punto di scoprire che il moto a spirale che ci interessa è collegato a quello di Sirio.

Noi ci muoviamo nel cosmo insieme a Sirio in un movimento a spirale identico al piano elicoidale del nostro DNA.

Ci sono dei momenti particolari in cui certi cambiamenti possono avvenire, e noi ci troviamo attualmente quasi nel punto di convergenza di queste cause interconnesse. Le nostre cellule mutano e fluiscono in base ai cicli del pianeta.

E Qual’è la finalità dei cicli?

L’Evoluzione Umana.

La Consapevolezza che si chiede ora è di rendersi coscienti che SIAMO TUTTI UNO .

Ogni pensiero, parola e azione fuori da questa consapevolezza, portano alla separazione col tutto. Se quello che scegliamo è il paradigma della separazione, l’Universo ci farà sperimentare ancora questa esperienza, separando le nostre vite.

Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso. Appunti dell’anima@

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...