Libero dalla Paura e dall’illusione ai tempi del Coronavirus 

E’ possibile avere una mente con una qualità sempre fresca, sempre nuova, con un pensiero che non crea abitudini e non si attacca ad alcuna credenza o convinzione? Per questo dobbiamo comprendere la coscienza totale con cui viviamo.

Essa funziona all’interno di una struttura limitata che deve essere spezzata per liberarla. Quello che cerchiamo è lo stato mentale che dice “IO non so”.

Invece di cercare di sapere quello che è inconscio, dobbiamo vedere il falso come il falso. E’ la negazione del falso che svuota la mente del conosciuto.

Solo una mente vuota può giungere a uno stato di non conoscenza e scoprire quel che è vero.

E’ importante capire che parole e idee ci rendono schiavi di formule e concetti. Finchè siamo intrappolati in una rete di convinzioni “consolatorie” (per la mente) ci manca l’intensità e la sottigliezza necessaria per una reale esplorazione.

Finchè non lo comprendo, la mia osservazione rimarrà basata su forme fisse di pensiero, sul quel che conosco e non sarà ravvivata dallo spirito della scoperta, come se fosse la prima volta. E sarà egocentrica, col proprio IO ordinario che interpreta tutto quello che si presenta dalla sua prospettiva.

Dobbiamo comprendere la paura insita nella nostra vita, una realtà fondamentale. Infatti, finchè la nostra coscienza totale non sarà libera dalla paura, non saremo capaci di andare molto lontano, di penetrare profondamente al nostro interno.

Per la sua stessa natura la paura si oppone inevitabilmente a tutta la nostra ricerca. Ma qual’è la base della paura in noi? Esiste davvero la paura in quanto tale?L’abbiamo mai sperimentata realmente come una realtà a sè stante e non semplicemente come il sentimento che precede o segue un evento?

Quando siamo davvero faccia faccia con l’evento (ad esempio, col pericolo) abbiamo paura? Di fatto la paura sorge nel momento in cui il pensiero si fissa sul passato o sul futuro.

Quando diamo la nostra attenzione totale al presente, quando siamo pienamente presenti, LA PAURA NON ESISTE.

Ci accorgiamo che non sappiamo…

Che non sappiamo reagire..

In questo stato di totale incertezza possiamo scoprire cosa è reale.

Se desideriamo andare a fondo, al nostro interno e vedere cosa c’è lì, e anche oltre, non dobbiamo avere paure di nessun tipo, nè di fallimento, nè di sofferenza.

Non ci accorgiamo che è soltanto una vuota proiezione del pensiero, che deriva dall’io immaginario creato dalle nostre identificazioni : la mia famiglia, la mia casa, i miei successi lavorativi.

Quando lo capiamo chiaramente, possiamo affrontare la questione della continuità senza sentimentalismi e senza la nostra abituale ambizione all’affermazione di sè .

Abbiamo bisogno di vedere che non c’è un “pensatore “, che questo IO immaginario che pensa ‘me’ e ‘mio’… è semplicemente un’illusione.

Per recepire la verità, dobbiamo spezzare l’Illusione, come tutte le illusioni del pensiero, incluse quelle che stanno dietro ai desideri di piacere e soddisfazione.

Solo allora possiamo guardare dentro di esse e giungere a uno stato libero dalla contraddizione , uno stato di vuoto in cui possiamo sperimentare e sentire nient’altro che Amore.

L’essenziale è vivere con questo vuoto in cui viene abbandonato il sè , e con questo abbandono che sorge la passione di ESSERE, un desiderio che va al di là del pensiero e del sentimento, una fiamma che distrugge tutto ciò che è falsato.

Questa energia permette alla mente di penetrare e abbandonarsi al tutto.

Nessun movimento dalla periferia al centro raggiungerà mai il centro, un movimento superficiale che cerca di diventare più profondo non sarà mai altro che un movimento di superficie.

Per comprendere se stessa, la mente ha bisogno di essere completamente ferma, priva di illusioni.

Allora possiamo vedere con lucidità l’insignificanza del me che si dissolve in una immensità che va oltre ogni misura .

Non c’è il tempo, solo il momento presente.

E vivere nel presente è del tutto bastante a se stesso .

In ogni momento, vivi , sogna , ama ….siì la tua vera natura, ovvero coscienza infinita.

Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso. Appunti dell’anima@

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...