La Meditazione"Salva-la Vita"

AMA E SAPRAI COS’è LA MEDITAZIONE; MEDITA, E SAPRAI COS’è L’AMORE

OSHO


La meditazione salva la vita, non è un’evasione, è un sereno incontro con la realtà.

Sedersi in uno stato di presenza mentale favorisce la quiete e il rilassamento profondo del corpo e della mente. Farò riferimento alla spiegazione semplice ed esplicativa di Thich Nhat Hanh che rende ben chiaro il concetto.

Molti pensano che l’unico scopo della meditazione è il rilassamento, in realtà mira a qualcosa di più profondo, certo la calma è il necessario punto di partenza , e su questa base è possibile realizzare un cuore sereno e una mente lucida. Per abbandonare i pensieri e prendere possesso della mente è indispensabile coltivare la presenza mentale delle nostre sensazioni e percezioni. Imparare ad osservare e riconoscere la presenza di ogni emozione e pensiero che emerge dentro di te nel qui e ora. La presenza mentale non consiste solo nel sentirsi tranquilli e lieti, ma anche vigili e svegli, chi la pratica dev’essere in veglia nè più nè meno come se stesse al volante di un’automobile, diversamente, il praticante sarà preda della dispersione e della distrazione come il guidatore sonnolento che rischia da un momento all’altro di provocare un incidente. Restate svegli come se camminaste sui trampoli, sapendo che un passo falso può farvi perdere l’equilibrio.

Se non si pratica la presenza mentale del respiro, ben presto questi pensieri riescono a distoglierci dalla presenza mentale stessa.Ma il respiro non serve solo a scacciare i pensieri ma è innanzitutto il veicolo che unifica corpo e mente e apre la porta alla saggezza.

L’essenziale è non lasciare emergere nessun istinto o pensiero senza che la presenza mentale lo riconosca, come una sentinella che registra ogni faccia che passa per il corridoio d’accesso del palazzo. Per comprendere veramente il “perchè” della vita è necessario un certo grado di esperienza, un po’ di intuizione, fede o fiducia, più intelligenza ed energia per cominciare a comprendere.

La pratica dello sviluppo dell’intuizione può sgomberare l’intero schermo mentale e se verrà eseguita e perseguita nel modo giusto ,darà il risultato.

Quindi questa è la via .

La prima è lo sviluppo della tranquillità. Mettiti comodamente seduto vigile ma non teso, c’è solo una condizione indispensabile : la spina dorsale deve essere mantenuta eretta il più possibile. (Magari all’inizio farai fatica nella completa o semi posizione del loto,non preoccuparti puoi farlo anche su una sedia per cominciare).

Respira profondamente, lentamente, regolarmente,ritmicamente facendo discendere il respiro alla bocca dello stomaco.

La mia esperienza personale mi ha insegnato di non forzare, lascia che sia naturale senza giudicarti, non dobbiamo obbligatoriamente dare un nome, ricercare la perfezione, piuttosto che ripetersi “no, pensiero vai via”… Almeno all’inizio impara a saper stare, che è già tanto, semplicemente, osserva nel silenzio i fotogrammi mentali che vanno a intermittenza. Tutt’ora accade a volte anche a me, siamo umani,è normale..dipende anche molto se siamo attivati a livello emotivo ed è inevitabile che faremo più fatica.

E’ un allenamento anche questo ,che può diventare un grande alleato nel momento in cui oltre a tutti i benefici che ne comporta, placa la mente in maniera esponenziale, e per chi è molto attivo mentalmente è ottimo. Puoi aiutarti con degli audio musicali, io preferisco solo melodia per esempio ,ma è molto soggettivo. (Ma è anche vero che la meditazione guidata all’inizio può aiutare molto)

Ma il punto è che deve essere la TUA meditazione , per cui rendila tua “PERSONALE”. Quando io iniziai, come tutti ,arrivavano pensieri come se non ci fosse un domani 😉 ..ma come ben tu sai “la mente resiste” per cui concentrati sul corpo ,che lui non tradisce mai , e affina di volta in volta le sensazioni che senti a livello fisico, ad ogni respiro fatti cullare dal movimento silente delle tue vibrazioni corporee e la musicalità del suono, sarà potente nell’armonizzare il tuo corpo energetico.

Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.Appunti dell’anima @

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...